Ciao a Giorgio Faletti

 

Sessantatré anni. Una carriera che definire brillante sarebbe ridurre a troppa poca importanza. Una bravura incontestabile.
Eclettico, capace di cimentarsi in ogni impresa portandola a termine come un successo.

Giorgio Faletti, in un’unica parola, era un Artista. Di quelli autentici, di quelli che ormai “ce ne sono pochi”, di quelli che ti piace vedere in tv, al cinema, in uno sketch di cabaret.
E, nondimeno, di quelli che sanno scrivere per davvero.

Read more